Nostalgie eterne

4 Luglio 2007 9 commenti


Conosco vite della cui mancanza
non soffrirei affatto –
di altre invece ogni attimo di assenza
mi sembrerebbe eterno.

Sono scarse di numero – queste ultime -
appena due in tutto –
le prime molto di piu’ di un orizzonte
di moscerini.

Emily Dickinson

A volte, quando qualcuno mi manca visceralmente, mi sembra che la mia vita diventi eterna. Quante sono le persone che riescono a rallentare a tal modo lo scorrere del tempo? Non più di due, senz’altro. Ma non è neppure vero che non soffrirei della mancanza di altre persone. D’alcune non m’importerebbe nulla, ma che farei senza l’affetto e le attenzioni dei miei amici?
E voi avete qualcuno che con la sua lontananza vi rende immortali?

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Poeta innamorato

27 Giugno 2007 16 commenti


Esistono poche canzoni dedicate a chi porta il mio nome. Questa poesia di Edgard Allan poe è dedicata ad una misteriosa F., e mi piace pensare – per quanto sia improbabile -che la donna amata si chiamasse come me; e ancor più, mi piace sognare che qualcuno leggendola pensi a me, almeno una volta nella vita.

Edgar Allan Poe ? “A F.”

O mia amata, fra i dolenti affanni
così folti sul mio terrestre sentiero ?
triste, ahimè! ? dove mai non cresce
un fiore, mai alcuna rosa solitaria ?
trova sollievi almeno l’anima mia
in molti sogni di te: e conosce allora
un Eden di blando riposo.

Così, dal ricordo di te si distilla
in me un’ isola d’ incanto, lontana,
in mezzo a un tumultuante mare ?
fremente oceano e immenso, esposto
ad ogni tempesta ? nel mentre che, intanto,
i più sereni cieli, continuamente,
solo sorridono su quell’ isola fulgente.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Nomi Famosi… o quasi!

21 Giugno 2007 22 commenti


Come si chiama il più gran dentista giapponese?
TEKURO LAKARIE

Come si chiama la più famosa ballerina russa?
CIOLANKA SBILENKA

Come si chiama il più grande poliziotto rumeno?
SILUPESCU

Come si chiama il più grande equilibrista giapponese?
SECAIO MOIO

Come si chiama il più famoso cuoco giapponese?
SONASEGA SUSUGHI

Come si chiama il più famoso dentista giapponese?
IODOO SAN

Come si chiama il più famoso pugile giapponese?
SOSHITO INTRONATO

Come si chiama il più famoso fannullone tedesco?
OTTO VON KATZEN.

Come si chiama la più celebre prostituta greca?
MIKA TELADOGRATIS

E quella giapponese?
SUDO MAGODO

Come si chaima il più abile saltatore in lungo arabo?
D’ALI’ ALA’

Come si chiama il più gran saltatore a ostacoli cinese?
CIN CHAN PAI

Come si chiama il portiere della nazionale francese?
LE CLER

Come si chiama la più famosa cuoca russa?
DANA SBATTILOVA

Qual è il nome della più triste ragazza statunitense?
JUDY CHORD

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Sette notti di sangue

19 Giugno 2007 7 commenti


Due anni fa, leggendo il libro ?Sette notti di sangue? ero rimasta sconvolta da alcune leggi in vigore in Cina, fra cui ?la legge del figlio unico?. All?inizio ho confidato in un fervido guizzo di fantasia da parte dello scrittore, ma poi ho scoperto che si trattava d?imposizione tragicamente realistica: in Cina non è ammesso avere più di un figlio, e se una donna dovesse disgraziatamente restare incinta per al seconda volta, verrebbe invitata ad abortire, sia con metodi leciti che illeciti. Se il bambino dovesse nascere, la famiglia perderebbe lavoro e casa, dal momento che in Cina nulla è di proprietà del singolo.
I figli maschi sono preferibili alla femmine, poichè dopo il matrimonio rimangono nella casa del padre, e possono aiutare la famiglia. Questo ha portato ad una crescita smisurata della popolazione maschile a discapito di quella femminile, e ora gli uomini hanno difficoltà a prender moglie. Sarà pure vantaggioso per le donne d?aspetto poco gradevole, ma non mi sembra una situazione favorevole per nessuno.
Ora, La legge sul controllo delle nascite decreta che:
1. Alle coppie che vivono in città è consentito di avere un solo figlio, sia di sesso femminile che di sesso maschile.
2. Alle coppie che vivono nelle zone rurali del paese è consentito avere anche un secondo figlio se il primo nato è femmina.
3. La sanzione prevista per le famiglie che violano questa legge è di 100.000 yuan (diecimila euro), oltre alla perdita dei più elementari diritti umani.

Posso capire l?esigenza d?un controllo demografico, ma non è eccessivo spingere una coppia al controllo prenatale del sesso ? per decidere se tenere il figlio o buttarlo via, solo perché è femmina, e non maschio ? all?aborto, o alla povertà? Quasi quasi? augurerei a qualche coppia che ha ucciso una figlia femmina di tenersi un maschio che crea problemi, e tanti!

CINA CONTRO L’ABORTO SELETTIVO
10/01/2005 – Il Pensiero Scientifico Editore di Norina Wendy di Blasio

La Cina sta pianificando di vietare l’aborto selettivo dei feti di sesso femminile per riequilibrare il rapporto tra bambini e bambine nati che si è sviluppato dall’introduzione, più di 20 anni fa, della drastica “politica del figlio unico” per il controllo delle nascite.
La strategia del figlio unico è stata introdotta in Cina nel 1980 per frenare lo sviluppo demografico troppo veloce e massiccio, che ha visto la Cina arrivare ufficialmente alla cifra di 1,3 miliardi di abitanti proprio in questi giorni. La restrizione del figlio unico ha poi dato modo di spalleggiare una preferenza tradizionale, privilegiando le nascite dei ragazzi. I cinesi, infatti, preferiscono i figli maschi perché li considerano in grado di provvedere al sostentamento della famiglia, di prendersi cura degli anziani e di portare avanti la dinastia.
Stando alle dichiarazioni della Xinhua, l’agenzia ufficiale, secondo Zhang Weiqing, ministro in carica della National Population and Family Planning Commission “Correggere lo squilibrio di genere tra i neonati è tra gli obiettivi principali del governo”. “Tra le nuove misure”, continua Zhang, “la commissione inizierà proprio con la revisione del diritto penale vietando quelle indagini diagnostiche prenatali che permettono la rilevazione del sesso del feto e l’aborto selettivo tranne che per scopi medici legittimi”. L’aborto sesso-selettivo è già vietato, ma avendo a disposizione diagnosi prenatali abbastanza accurate, sembra che i genitori, che hanno una sola possibilità di mettere al mondo un figlio, spesso decidano di ricorrere all?aborto se il feto è di sesso femminile. Malgrado il desiderio di porre freno allo squilibrio tra i due sessi e le minori restrizioni che negli ultimi anni permettono alle famiglie di contadini di avere due bambini se le prime sono femmine, la Cina non ha dato segno chiaro di voler abbandonare la politica del figlio unico o ascoltare le proteste di chi si è attivato contro di drastica soluzione al controllo delle nascite. Mao Hengfeng, una tra le attiviste, infatti, dopo essere stata licenziata nel 1998 dal suo lavoro in una fabbrica di sapone quando è rimasta incinta la seconda volta, lo scorso aprile, è stata condannata a 18 mesi di lavori forzati per aver preso parte ad una campagna contro la politica del figlio unico.

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

POI DICONO CHE I BANCARI SONO DEI FESSI

13 Giugno 2007 23 commenti


Una coppia si reca in un consultorio sessuale; senza tanti preamboli
l’uomo chiede al medico se può assistere ad un loro rapporto intimo.
Il medico, dopo un attimo di indecisione, accetta.
Quando la coppia ha terminato la performance, il dottore afferma:
– Mah ! Veramente a me sembra tutto a posto, non ci vedo niente di strano nel vostro modo di fare l’amore ! – e chiede 35 EURO per il consulto. La stessa cosa si ripete per diverse settimane, i due prendono un appuntamento, arrivano, fanno l’amore, pagano il dottore e se ne vanno felici.
Un giorno il dottore incuriosito chiede: – Scusate, ma ormai é diverso tempo che vi osservo e non vedo nulla di strano nei vostri rapporti. Che cos’é esattamente che non va?
L’uomo gli risponde:
– Guardi…..lei é sposata e non possiamo andare a casa sua; io sono sposato e non possiamo andare a casa mia. All’ Holiday Inn una camera costa 100 EURO , al Boscolo 80 e al Jolly 70. in macchina e’ scomodo. Sa, io sono dipendente UNICREDIT . Qui lo facciamo per 35 euro e UNISALUTE ce ne rimborsa 28!

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Pedofilo è bello: il nuovo motto del 2000?

12 Giugno 2007 13 commenti


Urliamo il nostro NO!!! Copia e diffondi

23 GIUGNO GIORNATA DELL?ORGOGLIO PEDOFILO
Il 23 giugno si terrà la giornata Mondiale dell?orgoglio Pedofilo. A quanto pare tutti i pedofili del mondo sono stati invitati ad accendere contemporaneamente una candela azzurra.Un gesto simbolico per ricordare i pedofili incarcerati in quanto definiti, sic ?vittime delle discriminazioni, delle leggi ingiustamente restrittive per ribadire l?amore che proviamo per i bambini? ( citazione boyloveday international). Questi esseri umani (?definizione approssimativa) hanno anche l?ardire di detenere un sito (e non è un sito illegale). Infatti, tale sito non contiene pornografia, anzi, di contro, questi relitti umani si prodigano tenacemente nel tentare di convincere i lettori che l?azione da loro posta in essere è finalizzata al ?bene? poiché intendono differenziarsi dai criminali comuni, da chi abusa dei bambini con atti violenti e coercitivi, mentre, affermano, che loro manifestano ?amore? per i bambini.

Abominevole ed allucinante la photo gallery, dove viene addirittura visualizzato babbo natale nelle vesti di un pedofilo. Peggio ancora, viene mostrato un prete amorevole con un ragazzo(preludio di una unione sessuale). Sembra quasi che la ?loro? infame finalità sia quella di dare una parvenza di ?normalità? a ciò che è invece abbietta perversione sessuale, prevaricazione, violenza nelle sua essenzialità, devastazione psicologica di vite appena sbocciate.
La mostruosità mediatica appena enunciata non è una novità, sono, infatti, 8 anni che questa giornata esiste, che questo sito è on line. Ciò nell?indifferenza più assoluta di quasi tutti gli organismi internazionali. Pare sia stato addirittura richiesto l?intervento dell? ONU ma, a tutt?oggi, niente è cambiato!!Ora è partita una petizione, ci sono 3 pagine su questa giornata e la polizia postale spiega perchè non si può chiudere quel sito.

http://www.mobilitazionesociale.it/ams/intro.asp

http://cronacaeattualita.blogosfere.it/2007/06/aboliamo-la-giornata-dellorgoglio-pedofilo.html

http://www.epolisroma.it

viene distribuito gratuitamente in tutte le città, comunque si scarica anche on line.

Questa è la prima risposta a questa giornata:

UNA FIACCOLATA A PALERMO CONTRO LA PEDOFILIA

L?Associazione per la Mobilitazione Sociale di Palermo, chiede che vengono oscurati tutti i siti web che in qualche modo danno voce e spazio alla pedofilia. Le istituzioni prendano una ferma posizione considerando reato anche la solo promozione on line di questo turpe mercato. Un fermo ?No? contro la ?Giornata Internazionale dell?orgoglio pedofilo?.
Proviamoci, facciamo una catena di blogger, se credete che possiamo urlare un NO anche noi, prendete questo post, copiatelo nei vostri blog, nei vostri siti, inviatelo per mail ai vostri conoscenti, prendetelo e fatelo prendere ai vostri amici blogger, uniamo le nostre forze per qualcosa di positivo.
Grazie a tutti noi?ma non molliamo proprio ora, fate firmare la petizione che presenteranno all?UNICEF e all?On. Frattini.

nome e cognome tramite un sms 3391819641 oppure
nome e cognome tramite mail italia@epolis.sm

Amici dopo un giorno o una vita

11 Giugno 2007 16 commenti


In risposta all’articolo su Dio, un amico mi ha inviato un aneddoto:

E’ abbastanza vecchiotta, ma pur sempre vera! Credo possa essere generalizzata a tutti i casi in cui ci si chieda perchè Dio ci abbia abbandonato (non solo nella circostanza delle torri gemelle).
Pensa a due qualsiasi amici:
Uno dei due dice all’altro che lo ha chiamato, se può chiamarlo dopo; un giorno, all’amico che vuole andarlo a trovare dice: “magari un altra volta, ho delle cose da fare”, oppure “ci sentiamo in questi giorni”, oppure “ti chiamo io” e l’amico molto discretamente si fà da parte.
Dopo molto tempo, il primo dice: “ma a me non mi pensa nessuno, non mi telefona nessuno, non mi viene a trovare nessuno” e pensando all’amico dice: “è un egoista, potrebbe cercarmi, aiutarmi”…Ma veramente era stato lui ad allontanarlo.

Questa riflessione mi ha sollecitato una domanda che volevo già porvi prima del week-end. Nasce da un fatto appena accaduto ad alcuni miei amici, che si sono trovati in difficoltà con una ragazza che si è sentita trascurata dal suo nuovo gruppo. E’ possibile stringere un’amicizia forte dopo pochi incontri, o un’amicizia dev’essere coltivata giorno dopo giorno, prima di poter dire: “Questa persona è davvero mia amica?” Ogni membro del gruppo ha dato una risposta diversa. Voi che ne pensate?

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Chissa se la leggerai? Parla di Dio…

8 Giugno 2007 8 commenti


Chissa se la leggerai? Parla di Dio…

In una intervista della Tv americana, Jane Clayson ha chiesto ad una
ragazza orfana a causa della tragedia delle Twin Towers:
“Dio come ha potuto permettere che avvenisse una sciagura del
genere?”
La risposta che ha ricevuto è “interessante”:
“Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questo, proprio
come lo siamo noi, ma per anni noi gli abbiamo detto di andarsene dalle
nostre scuole, di andarsene dal nostro governo, di andarsene dalle nostre
vite.
Essendo Lui quel gentiluomo che è, io credo che con calma Egli si sia
fatto da parte.
Come possiamo sperare che ci doni ogni giorno la Sua
benedizione e la Sua protezione se Gli diciamo: “lasciaci soli”?
Considerando i recenti avvenimenti… attacchi terroristici, nelle
scuole…ecc… penso che tutto sia cominciato quando 15 anni fa Madeline
MurrayO’Hare ha ottenuto che non fosse più consentita alcuna preghiera
nelle nostre scuole americane e le abbiamo detto OK.
Poi qualcuno ha detto: “è meglio non leggere la Bibbia nelle
scuole”…(la stessa Bibbia che dice, Tu non ucciderai, Tu non ruberai, ama il tuo prossimo come te stesso) e noi gli abbiamo detto OK.
Poi, il dottor Benjamin Spock ha detto che noi non dovremmo
sculacciare i nostri figli se si comportano male perché la loro personalità
viene deviata e potremmo arrecare danno alla loro auto-stima, e noi
abbiamo detto “un esperto sa di cosa sta parlando” e cosi abbiamo detto
OK.
Poi, qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i
presidi non punissero i nostri figli quando si comportano male, e noi
abbiamo detto OK.
Poi alcuni politici hanno detto: “Non è importante ciò che facciamo in
privato purché facciamo il nostro lavoro” e d’accordo con loro, noi abbiamo
detto OK.
Poi qualcuno ha detto: “Il presepe non deve offendere le minoranze”,
così nel famoso museo Madame Tussaud di Londra al posto di Maria e
Giuseppe hanno messo la Spice girl Victoria e Backam e noi abbiamo detto
OK.
Ora ci chiediamo come mai i nostri figli non hanno coscienza e non
sanno distinguere ciò che e giusto da ciò che è sbagliato.
Probabilmente, se ci pensiamo bene noi raccogliamo ciò che abbiamo
seminato.
Buffo come sia semplice, per la gente, gettare Dio nell’immondizia e
meravigliarsi perché il mondo sta andando all’inferno.
Buffo come crediamo a quello che dicono i giornali, ma contestiamo ciò
che dice la Bibbia.
Buffo come tutti vogliono andare in Paradiso, ma al tempo stesso
non vogliono credere.. pensare né fare nulla di ciò che dice la Bibbia.
Buffo come si mandino migliaia di barzellette via e-mail che si
propagano come un incendio, ma quando si incomincia a mandare
messaggi che riguardano il Signore, le persone ci pensano due volte a
scambiarseli.
Buffo come tutto ciò che è indecente, scabroso, volgare ed osceno
circoli liberamente nel cyberspazio, mentre le discussioni pubblicate su Dio
siano state soppresse a scuola o sul posto di lavoro.
Buffo come a Natale nelle scuole la recita per i genitori non possa
più essere sulla natività ed al suo posto venga proposta una favola di
Walt Disney.
Buffo come si stia a casa dal lavoro per una festività religiosa.. ma
non si conosca nemmeno quale sia la ricorrenza.
Buffo come qualcuno possa infervorarsi tanto per Cristo la domenica,
mentre è di fatto un cristiano invisibile durante il resto della settimana.
Buffo che quando inoltri questo messaggio tu non ne dia una copia a
molti di quelli che sono nella tua lista degli indirizzi perché non sei sicuro
del loro credo o di cosa penseranno di te per il fatto di averglielo
mandato.
Buffo come posso essere più preoccupato di ciò che pensa la gente di
mepiuttosto che di ciò che Dio pensa di me.
Stai pensando?
Se dai questa pagina (per e-mail o per fotocopia) a qualcun altro
forse riuscirai a far riflettere anche lei/lui!
Decidi tu se merita di essere passata ad altri
Spetta a te scegliere…..
Oppure… semplicemente… buttala: nessuno saprà mai che lo hai
fatto, o forse ….Qualcuno si.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Tre lezioni per lavorare in Team

31 Maggio 2007 34 commenti


TRE LEZIONI PER LAVORARE IN TEAM.
FATE TESORO DI QUESTI INSEGNAMENTI

Esempio N° 1

Un uomo va sotto la doccia subito dopo la moglie e nello stesso istante
suonano al campanello di casa.
La donna avvolge un asciugamano attorno al corpo, scende le scale correndo e va ad aprire la porta: è Giovanni, il vicino.
Prima che lei possa dire qualcosa lui le dice: ?Ti do 800 Euro adesso in contanti se fai cadere l
‘asciugamano!?
Riflette e in un attimo l’asciugamano è per terra… Lui la guarda a fondo e le da la somma pattuita.
Lei, un po’ sconvolta, ma felice per la piccola fortuna guadagnata in un attimo risale in bagno.
Il marito, ancora sotto la doccia le chiede chi fosse alla porta.
Lei risponde: ?Era Giovanni.?
Il marito: ?Perfetto, ti ha restituito gli 800 euro che gli avevo prestato??

Lezione N°1:

Se lavorate in team, condividete sempre le informazioni!

___________________________________________________________________
Esempio N°2

Al volante della sua macchina, un attempato sacerdote sta riaccompagnando una giovane monaca al convento.
Il sacerdote non riesce a togliere lo sguardo dalle sue gambe accavallate.
All’improvviso poggia la mano sulla coscia destra della monaca.
Lei lo guarda e gli dice: ?Padre, si ricorda il salmo 129?? Il prete ritira subito la mano e si perde in mille scuse.
Poco dopo, approfittando di un cambio di marcia, lascia che la sua mano sfiori la coscia della religiosa che imperterrita ripete: ?Padre, si ricorda il salmo 129??
Mortificato, ritira la mano, balbettando una scusa.
Arrivati al convento, la monaca scende senza dire una parola.
Il prete, preso dal rimorso dell’insano gesto si precipita sulla Bibbia alla ricerca del salmo 129.
Salmo 129: andate avanti, sempre più in alto, troverete la gloria…

Lezione n°2 :

Al lavoro, siate sempre ben informati !
________________________________________________________________________
Esempio n°3

Un rappresentante, un impiegato e un direttore del personale escono
dall’ufficio a mezzogiorno e vanno verso un ristorantino quando
su di una panca trovano una vecchia lampada ad olio.
La strofinano e appare il genio della lampada.
“Generalmente esaudisco tre desideri, ma poiché siete tre,
ne avrete uno ciascuno”.
L’impiegato spinge gli altri e grida: “tocca a me, a me!!! Voglio stare su una spiaggia
ncontaminata delle Bahamas,
sempre in vacanza, senza nessun pensiero che potrebbe disturbare la mia quiete!” Detto questo svanisce. Il rappresentante grida: ” a me, a me, tocca a me!!!!
Voglio gustarmi una pinacolada su una spiaggia di Tahiti con la donna dei miei sogni!” E svanisce.
Tocca a te, dice il genio, guardando il Direttore del personale. “Voglio che dopo pranzo quei due tornino al lavoro ! ”

Lezione n°3 :

Lasciate sempre che sia il capo a parlare per primo !

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Una fiaba dimenticata

25 Maggio 2007 41 commenti


Ecco la fiaba più breve e più bella che tu possa leggere:

C’era una volta una ragazza che domandò ad un ragazzo se voleva sposarsi
con lei.
Il ragazzo le rispose ‘NO!’
Da quel giorno, la ragazza visse felice per sempre, senza lavare, né
cucinare, né stirare per nessuno, uscendo con le sue amiche e facendo
l’amore con chi voleva, lavorando e spendendo i suoi soldi come più le piaceva.

FINE

Il problema è che fin da quando eravamo piccoline nessuno ci ha mai
raccontato questa fiaba.
Invece ci hanno fottuto ben bene con questo cazzo di principe azzurro!

GRAZIE A SARAH! Quando me l’hai inviata, ho riso per un quarto d’ora.
PS Ami, prendila con allegria, so che dal 4 giugno in poi sarai un marito e un padre perfetto!

Categorie:Senza categoria Tag: ,